gestionale telefonia Gestionale Telefonia

Armi e coltelli in casa, in manette ex avvocato-detective

di Redazione

L'episodio è analogo a quello del 2014, quando finì in manette a Tortoreto dopo essere stato fermato dai carabinieri a un posto di blocco e contro i quali si scagliò strattonandone uno. Stavolta come allora, nell'abitazione a Campli di un ex avvocato-investigatore, 44enne originario di Roma, i militari hanno trovato un arsenale di armi: c'era una pistola calibro 9x21 di fabbricazione brasiliana, con matricola abrasa, una carabina ad aria compressa, un machete, 3 scacciacani prive di tappo rosso, un bastone animato, un taser e tre tra pugnali e coltelli a serramanico. L'uomo tra l'altro aveva ricevuto il divieto da parte della Prefettura alla detenzione di qualsiasi arma.

I militari hanno affidato ai Ris di Roma le indagini sulla pistola clandestina per scoprirne la provenienza. E.D.M. è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Castrogno con le contestazioni di detenzione di arma clandestina, ricettazione e violazione del decreto prefettizio di detenere armi

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam