gestionale telefonia Gestionale Telefonia

La Fonte Barco protagonista delle Giornate Europee del Patrimonio a Spoltore

di Redazione

La Fonte Barco protagonista delle Giornate Europee del Patrimonio a Spoltore: questa mattina la visita guidata sul sito, organizzata da Italia Nostra e amministrazione comunale. Per l'occasione la Fonte è stata ripulita dal personale della Spoltore Servizi: "è un momento di riscoperta momentanea delle Fonte" ha spiegato il sindaco Luciano Di Lorito "che deve stimolarci a fare in modo sia possibile fruire tutto l'anno di questo spazio. Bisogna regimentare le acque che nei giorni di maltempo, anche forse in conseguenza dei cambiamenti climatici, arrivano in maniera impetuosa". Spesso infatti la Fonte finisce per essere ricoperta da fango e detriti. "Regolare le acque è il primo passo per recuperare quest'area e utilizzarla con regolarità, è un monumento non solo di Spoltore ma di tutto l'Abruzzo. Ringrazio Italia Nostra, gli amministratori e tutte le persone coinvolte: grazie a loro è stato tirato fuori dal degrado un lavoro di recupero della Fonte che rischiava di andare perso". Presenti il vice sindaco Chiara Trulli, i consiglieri Angela Scurti, Cinzia Berardinelli, Stefano Burrani, Antonella Paris. La storia e la funzione della Fonte è stata delineata da Giovanni Damiani: "barco" significa "sosta" e in quel punto c'era la possibilità di ristorarsi per chi era impegnato nella piccola transumanza. La Fonte fino ai primi del '900 veniva utilizzata dalle donne per il bucato. Si tratta di una struttura di età precristiana, come testimoniano le nicchie ripristinate dopo il restauro: i punti d'acqua erano sacri perché dividevano l'inizio della vita dal regno dei morti. Le ninfe presidiavano le fonti, ed evitavano così a chi le visitava i pericoli che potevano arrivare dall'aldilà.

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam