gestionale telefonia Gestionale Telefonia

Al via il piano Regione-Cea-Comuni per progetti di educazione ambientale a favore delle scuole primarie e secondarie

di Redazione

Mazzocca: "Operativi i sostegni finanziari della Regione a beneficio di 21 Comuni per altrettante iniziative nel campo dell’educazione ambientale per i cambiamenti climatici, per la sostenibilità, resilienza e prevenzione degli incendi boschivi"

Giunge a compimento la procedura amministrativa avviata oltre un anno fa e relativa all’ennesima iniziativa sul tema della resilienza e dei cambiamenti climatici. L’iniziativa è rivolta ai Comuni abruzzesi che, per la realizzazione del progetto, hanno dovuto avvalersi di competenze specifiche e quindi della collaborazione dei CEA (Centri di educazione ambientale) riconosciuti di interesse regionale ai sensi della L.R. 122/99. Dopo l’originario atto del dicembre 2016, con il quale la Regione mise a disposizione 200mila euro per attivare campagne di sensibilizzazione ededucazione ambientale sui temi della mitigazione e dell'adattamento ai cambiamenti climatici e della prevenzione degli incendi boschivi, con la Deliberazione n. 669 del 24.11.2017, l’Esecutivo Regionale deliberò l'approvazione di un progetto di educazione ambientale la cui finalità è quella di portare all’attenzione dei cittadini i concetti di resistenza e resilienza ai cambiamenti climatici oltre che di prevenzione degli incendi boschivi. I beneficiari del progetto sono i cittadini, i docenti e gli alunni delle scuole primarie e secondarie di I grado della Regione Abruzzo.

«Questo intervento - ha commentato il Sottosegretario alla Presidenza della Regione con delega all'Ambiente Mario Mazzocca - che contribuisce a rilanciare il ruolo dei Centri di Educazione Ambientale, si incardina nel più ampio progetto che la Regione Abruzzo sta portando avanti nel campo del contrasto e dell’adattamento ai cambiamenti climatici: un intervento importante perché volto a determinare una collaborazione tra i CEA e gli enti locali sul terreno della prevenzione sia degli effetti potenzialmente distruttivi conseguenti al cambiamento climatico, sia delle azioni che aumentano il rischio di incendi boschivi».

«Oggi – continua il Sottosegretario Mazzocca a conclusione dell’iter amministrativo – finalmente si comincia a lavorare sul campo in un progetto di sensibilizzazione sul quale contiamo molto. Questa iniziativa è importante per diversi motivi: in primo luogo perché la consapevolezza generalizzata del rischio che corre il nostro territorio è premessa indispensabile per qualsivoglia politica di prevenzione, in secondo luogo perché così si rafforza la collaborazione tra la rete regionale dei Centri di Educazione Ambientale e gli Enti Locali. La Regione, per ora, ha investito in questo progetto una somma iniziale di 200.000 euro con la DGR 669 del 24 novembre 2017».

Con apposita determinazione del 16/04/2018, il competente servizio regionale ha approvato la graduatoria definitiva dei progetti. Dei 66 presentati e ammessi, ne sono stati finanziati 21 con la possibilità di scorrimento della graduatoria in caso di economie «che comunque – conclude Mazzocca – già da tempo stiamo ricercando nelle pieghe del bilancio, consapevoli di come queste attività rientrino a pieno titolo nel percorso intrapreso per dotare la Regione del suo Piano di adattamento ai cambiamenti climatici, percorso che ha visto già il coinvolgimento di molteplici realtà associative in campo economico, sociale e culturale».

Nell’allegato prospetto si riporta, di seguito, l’elenco dettagliato dei progetti finanziati:
punteggi

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam