gestionale telefonia Gestionale Telefonia

Donne del Vino Abruzzo, nel weekend la creatività spicca il volo con Cielo in Rosa

di Redazione

Dopo la cena dedicata al design; il 9 e 10 marzo voli su Pescara insieme all’Aeroclub, brindisi con i vini autoctoni e solidarietà

Dal 2 al 9 marzo Le Donne del Vino sono protagoniste di numerosi eventi in tutta Italia, con l’obiettivo di puntare i riflettori sull’apporto delle donne alla società e riflettere sulla versatilità del comparto del vino al femminile. La delegazione Abruzzo guidata da Jenny Viant Gómez, insieme alla vice delegata Martina Mastrangelo e alla coordinatrice Caterina Cornacchia, chiuderà la settimana di festeggiamenti volando con “Cielo in rosa” all’aeroporto di Pescara (area business lounge Walter Tosto), ospiti dell’Aeroclub presieduto da Cristiano D’Ortenzio. Il primo atto dei festeggiamenti ha avuto luogo il 2 marzo con la cena da Mastro a Pescara (titolare la nuova socia  ristoratrice Serena Mastrocola). Per l’occasione è stato creato un percorso sul tema   “Donne, vino e design” insieme alla designer abruzzese di fama internazionale Emanuela Iezzi. Il prossimo sabato 9 marzo si chiude in bellezza spiccando letteralmente il volo, a partire  dalle 14.00; anche  domenica 10 marzo dalle 10.00 fino alle 17.30. Si tratta di un weekend dedicato alle donne e alle imprese (im)possibili.  L’evento sarà preceduto dalla proiezione del docufilm “Chiudi gli occhi e vola” (regia di Julia Pietrangeli). Narra l'incredibile esperienza di Sabrina Papa, prima donna italiana non vedente a pilotare aerei attraverso un addestramento sperimentale, che verrà finanziato  con la quota versata per il volo. Il docufilm sarà  proiettato sabato 9 marzo all’Aurum di Pescara, sala Tosti, ore 10.00. Ingresso libero.

La partnership tra l’Aeroclub Raffaele Breda di Pescara e Le Donne del Vino Abruzzo si rinnova per il quinto anno consecutivo. Entrambi i comparti, quello del volo e quello vitivinicolo, apparentemente molto distanti, sono accomunati da una bassa rappresentanza di esponenti al femminile. Il sodalizio ha l’obiettivo di sottolineare la valenza  trasversale delle donne in tanti ambiti.  

Le Donne del Vino rappresentano la più estesa associazione mondiale del comparto enologico. Nata nel 1988 con lo scopo di promuovere la cultura del vino e il ruolo delle donne, oggi conta circa 800 associate: produttrici, enotecarie, ristoratrici, sommelier, giornaliste, export manager ed esperte. È presente in tutte le regioni italiane e ha anche socie all’estero. Presiede Donatella Cinelli Colombini. La delegazione Abruzzo è composta da Jenny Viant Gómez delegata regionale, giornalista freelance;  dalle produttrici Martina Danelli Mastrangelo (vicedelegata)-Vini Mastrangelo, Caterina Cornacchia (coordinatrice)-Barone Cornacchia, Katia Masci-Valle Martello, Stefania Bosco-Bosco Nestore, Valentina Di Camillo-Tenuta I Fauri, Marina Cvetic-Masciarelli,   Aurelia Elisa Mucci-Cantine Mucci, Emilia Monti-Vini Monti, Marina Contucci Ponno-Orlandi Contucci Ponno, Ersilia Di Biase-Cantina Di Biase, Stefania Pepe-Az.Agricola Stefania Pepe e Isabella Iezzi-Rabottini. Le esponenti di azienda Simona D'Alicarnasso-Citra e Ilaria D'Eusanio-Chiusa Grande. Le ristoratrici Laura del Vinaccio, Borgo Spoltino, e Serena Mastrocola, Mastro. Le giornaliste Eleonora Lopes, Marcella Pace e Lisa De Leonardis. Le sommelier Graziella di Berardino, Lucia Cruccolini, Valentina Bianconi, Enca Polidoro, Giuliana Rotella e Angela Balducci; l'export manager Monica Sarrecchia e l'avvocato Arianna Di Pietro, membro ass. Giuristi della Vite e del Vino.

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam