gestionale telefonia Gestionale Telefonia

Pescara. Terzo appuntamento con la rassegna teatrale La Casa della Memoria

di Redazione

 

3° APPUNTAMENTO de “La Casa della Memoria” rassegna teatrale a cura di Muré Teatro

In collaborazione con il Museo delle Genti d’Abruzzo

 

Questa DOMENICA 14 MAGGIO alle ore 18 sarà la volta di “LUPO IN-CANTO | storie di uomini e di lupi”,
racconto teatrale in musica a cura di MURE’ TEATRO, interpretato da MARCELLO SACERDOTE  e musicato da FLAVIA MASSIMO (voce e violoncello). Il lavoro è liberamente tratto da “L'incantesimo del lupo” di A.Gandolfi e altri materiali della tradizione popolare.
LUPO IN-CANTO è uno spettacolo con musica dal vivo, fatto di racconti, suoni e canti, per restituire uno sguardo autentico sulla figura del lupo e sul suo rapporto con l’uomo. Tra realtà e folclore, tra storia e poesia, il racconto di un legame ancestrale, quello uomo-lupo, pieno di fascino e mistero, come anche di conflitti e contraddizioni. Sin dall’inizio dei tempi, infatti, il lupo è stato sempre visto come il possibile alter-ego dell’uomo, il quale lo ammirava, ne imitava persino le qualità, considerandolo al contempo come un nemico da cui difendersi e, spesso, anche da sterminare. 
Lo spettacolo, patrocinato dal Parco Nazionale della Majella, è alla sua 10 replica in Abruzzo e, in attesa di spingersi fuori regione, continua ad attraversare il territorio incontrando paesi, scuole e diverse località di pregio storico-naturalistico tra Pescara, Chieti, L’Aquila e provincia.

Al termine dello spettacolo ci sarà una degustazione di vino a cura della Cantina “GUARDIANI FARCHIONE”.

LA CASA DELLA MEMORIA è fatta di volti, voci, paesaggi, profumi, ma anche di cose che non si possono raccontare se non con quella poesia di cui tutti abbiamo bisogno. Immagini che si intrecciano con il luogo che abitiamo, con la Storia che attraversiamo e ci lega a doppio filo con quelli che l'hanno abitata prima di noi questa “casa”, questa Storia. Senza conoscerla è difficile capire il presente e immaginare il futuro, ed è questa “casa” che va fortificata, che ci portiamo dentro, quando scegliamo di restare o di tornare.” - spiega Francesca Camilla D’Amico, attrice e regista della compagnia - “per questo la rassegna si chiama La Casa della Memoria, una casa per “smemorati”e “esuli” della propria terra. Una casa che sarà abitata dal teatro e dall’incontro.”

La Casa della Memoria proseguirà poi con il suo 4° ed ultimo appuntamento, domenica 21 maggio con “FONTAMARA”, lettura teatrale tratta dall’omonimo romanzo di I.Silone, a cura di Muré Teatro, interpretato da Francesca Camilla D’Amico e Marcello Sacerdote.

 

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam