gestionale telefonia Gestionale Telefonia

Svelati i segreti del Sole con 'Borexino'

di Redazione

 Per oltre 10 anni ha osservato 'in silenzio' il Sole, cercando di comprenderne i segreti. Oggi, nascosto sotto 1400 metri di roccia del Gran Sasso, in Abruzzo, l'esperimento 'Borexino', porta alla ribalta, non solo della comunita' scientifica internazionale, i suoi risultati, celebrati anche con la pubblicazione sulla prestigiosa rivista Nature. Ecco dunque che gli scienziati dell'Istituto nazionale di Fisica Nucleare, presentano i risultati sperimentali piu' importanti della ricerca. Dopo oltre dieci anni dall'inizio della sua attivita' scientifica, grazie alla quale siamo riusciti a guardare all'interno del Sole, arrivando a comprendere, con un dettaglio mai raggiunto prima, come funzionino i meccanismi di alimentazione della nostra stella, l'esperimento Borexino, ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell'INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, pubblica oggi su Nature il compendio dei suoi risultati sui neutrini solari. Con questa pubblicazione, Borexino corona una lunga storia di misure e di indagini sperimentali, che lo hanno condotto da una parte a investigare nel dettaglio il meccanismo di produzione di energia nel Sole, e dall'altra a studiare nella regione di bassa energia (da pochi MeV fino a meno di 1 MeV) il cosiddetto fenomeno dell'oscillazione dei neutrini, cioe' la trasformazione dei neutrini da un tipo (sapore) in un altro. "I risultati pubblicati oggi - commenta Gianpaolo Bellini, della sezione INFN di Milano e professore emerito dell'Universita' Statale di Milano, tra i padri dell'esperimento - sono l'apice di una storia trentennale iniziata sul finire degli anni '80, quando l'esperimento fu concepito nel quadro del dibattito scientifico innescato dall'allora insoluto problema del neutrino solare". "I risultati ottenuti sono andati ben al di la' anche delle piu' ottimistiche previsioni iniziali", conclude Bellini. 

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam