gestionale telefonia Gestionale Telefonia

Investimenti per 103 milioni per il cluster dell'igiene della persona

di Redazione

Investimenti per 103 milioni con un forte impegno per l'innovazione e la sostenibilità: la Regione Abruzzo e 7 aziende del territorio lanciano il progetto Clip (Cluster regionale dei prodotti per l'igiene della persona) con una proposta di accordo di programma che è stata inoltrata al ministero per lo Sviluppo economico per l'approvazione definitiva. La presentazione dell'iniziativa si è tenuta oggi all'auditorium Petruzzi con il presidente vicario della Regione Giovanni Lolli. Sette le aziende che hanno investito sul progetto, con Fater spa (capofila); Cellulose converting solutions spa;Eurofil srl;Fameccanica data spa;Ontex manufacturing Italy srl;Pantex international spa;Texol srl. L'obiettivo è intervenire sull'efficientamento energetico con la realizzazione di un Centro di valorizzazione materiali per il riciclo di materie prime e scarti di produzione. Vantaggi del 75% impatto ambientale per produzione rifiuti e scarti di produzione; 30% di rifiuti industriali prodotti; 10.000 tonnellate all'anno di rifiuti trattati in un innovativo impianto di riciclo con focus su frazione oggi non riciclata. Il progetto Clip proposto al ministero intende utilizzare una tecnologia derivata per riciclare scarti di produzione, rifiuti industriali derivanti dai processi delle aziende facenti parte del cluster. Questa prima applicazione dovrebbe portare una riduzione fino a 10mila tonnellate annue di rifiuti post industriali in Abruzzo. Ciò consentirà di recuperare, separatamente, tre diverse frazioni di materiali da reinserire negli stessi processi produttivi o ulteriori: plastica, cellulosa e polimero superassorbente (poliacrilato di sodio). L'impianto è progettato in maniera modulare, quindi laddove dovessero raggiungersi accordi commerciali fra le aziende aderenti a Clip o altre, i volumi trattati potrebbero essere aumentati. Le materie recuperate potranno essere reimpiegate in molteplici settori, dal florovivaistico al tessile, dall'edilizia all'automotive. Il coordinatore del cluster Clip, Nello Rapini, che ha seguito lo sviluppo dell'accordo, ha detto: "L'accordo di programma rappresenta la capacità di innovare delle aziende abruzzesi e la responsabilità verso il territorio. Il progetto è in linea con le politiche ambientali internazionali e con le recenti normative europee sull'economia circolare e sui rifiuti emanate nel luglio scorso. Un esempio virtuoso di collaborazione tra settore privato e decisore pubblico"

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam