gestionale telefonia Gestionale Telefonia

Cresce l'offerta di case 'condivise' con un aumento del 28%

Cresce l'offerta di case 'condivise' con un aumento del 28% nell'ultimo anno ma crescono anche i prezzi, saliti in 12 mesi del 3% a fronte di una richiesta sempre maggiore: +43 nel 2019. A fare i conti sugli alloggi per studenti e lavoratori fuori sede Idealista.it, secondo il quale il prezzo medio per una stanza in Italia si attesta a 328 euro al mese contro 318 euro dello stesso periodo dell'anno scorso ma con grosse differenze tra una citta' e l'altra. I prezzi sono lievitati soprattutto nelle piazze con una forte presenza universitaria come Bologna (8,7%), Trieste (13,3%), e soprattutto Padova, dove il rincaro ha toccato il 18,6%. Segni positivi interessano anche i capoluoghi piu' importanti, come Roma (2,1%), Milano (3,1%), Napoli (3,5%) e Firenze (4,5%), che resistono in terreno positivo consolidandosi tra i top valori nella graduatoria dei canoni di affitto stanze. Su un totale di 29 citta' analizzate in questo studio, sono 8 quelle che perdono valore rispetto all'anno precedente. Il primato nel calo delle locazioni delle stanze spetta a Reggio Calabria (-7,9%), seguita da L'Aquila (-6,4%), Genova (-3,7%), Viterbo (2,5%) e Pisa (-2,2%). Cali meno consistenti invece in citta' come Perugia (-1%), Chieti (-0,6%) e Torino (-0,4%). Milano si conferma la citta' piu' cara con una media di 465 euro al mese per una stanza, a Roma 408, mentre a Firenze si toccano i 393 euro. Sopra la media nazionale delle richieste, pari a 328 euro mensili, si colloca anche Bologna (371 euro), mentre Torino rimane appena sotto la media con 319 euro mensili. Lo studio di idealista riscontra invece i canoni piu' bassi a L'Aquila (191 euro/mese), che precede Enna (189 euro) e Reggio Calabria (186 euro). 

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam