gestionale telefonia Gestionale Telefonia

Con la motosega cerca di distruggere il casello dell'autostrada A24

Ha perso il controllo perché al casello autostradale la macchina per il pagamento gli 'ritira' il bancomat, scende dall'abitacolo, litiga con l'addetto e tira fuori dall'auto una motosega con cui cerca di distruggere, senza successo, la biglietteria. E' accaduto ieri sera al casello L'Aquila Ovest dell'autostrada A24. Il casellante, sentendosi in pericolo, è fuggito prima di chiamare la Polizia, poi intervenuta a bloccare l'automobilista. Secondo quanto si è appreso, il responsabile è stato rintracciato poco dopo. 

Il giudice del tribunale dell'Aquila Giuseppe Romano Gargarella ha poi rimesso in libertà, pur convalidandone l'arresto, l'uomo di Campotosto finito ai domiciliari dopo che, al casello autostradale L'Aquila Ovest dell'A24, ha cercato di distruggere con una motosega l'apparecchio per il pagamento del pedaggio che gli aveva 'requisito' il bancomat. Per l'uomo, accusato di minacce e danneggiamenti, è stata emessa la misura dell'obbligo di firma. In più, confisca dell'automobile, sequestro della motosega e ritiro della patente per un anno. Al giudice e ai poliziotti ha spiegato di aver perso la testa per via del bancomat rimasto incastrato che poi ha cercato di recuperare con usando la motosega, andata fuori uso visto che l'apparecchio per il pagamento è in ferro. Il 55enne, in preda ai fumi dell'alcol, era andato in escandescenze seminando il panico nel casello dove, con la motosega, ha tentato anche di colpire l'addetto nel suo gabbiotto e di danneggiare poi il cancello della vicina sede della Polizia autostradale. Secondo quanto appreso, dopo l'arresto nella sede della Polizia è stato necessario più volte l'intervento del 118 per far calmare l'uomo

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam