gestionale telefonia Gestionale Telefonia

Aggiornato il piano regionale per la lotta agli incendi boschivi

di Redazione

La Giunta regionale, presieduta da Marco Marsilio, si è riunita a L'Aquila, a Palazzo Silone, per l'esame di diversi provvedimenti amministrativi. Tra gli altri, su proposta del Presidente Marsilio, è stato approvato l'aggiornamento, per l'anno 2019, del Piano regionale per la programmazione delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi (art. 3 L. 353/2000). La delibera, che non reca oneri a carico del bilancio regionale, è stata redatta a seguito di incontri con i rappresentanti degli enti coinvolti: Arma dei Carabinieri Forestali, rappresentanti dei Parchi nazionali, delle riserve statali e delle riserve naturali regionali. Tra le caratteristiche fondamentali del Piano vi è la suddivisione del territorio regionale in ambiti di pericolosità, in base al rischio di incendi boschivi. Su proposta dell'assessore Emanuele Imprudente la giunta ha approvato, invece, la delibera relativa al Programma di 'Cooperazione trasfrontaliera Interreg V-A-Italia Croazia Priority Axis 3 -Enviroment & Cultural Heritage - Specific Objective 3.3. Progetto Watercare Water Management solutions for reducing microbial environment impact in coastal' che prevede l'adesione della Regione Abruzzo e la relativa autorizzazione agli adempimenti necessari per le attività di progetto. L'obiettivo è la riduzione dell'impatto della contaminazione ambientale microbiologica nelle acque di balneazione che possono essere interessate da abbondanti precipitazioni meteoriche immesse nelle locali reti di scolo. Il progetto ha una durata complessiva di 30 mesi, dall'1.01.2019 al 30.06.2021. La Regione Abruzzo è destinataria di un importo complessivo di Euro 192.500,00 che non grava sul bilancio regionale. Su proposta dell'assessore Nicoletta Verì l'esecutivo regionale ha adottato altre sei delibere. La prima riguarda la verifica dei risultati aziendali e degli obiettivi conseguiti dal Direttore Generale della Asl di Pescara. Un altro provvedimento prevede l'approvazione dello schema di convenzione quadro in materia di collaborazione nel settore dei controlli sulla Filiera della pesca e sulla commercializzazione dei prodotti ittici per garantire il rispetto delle norme nazionali e comunitarie. Con tale collaborazione sarà favorito il rispetto delle norme nazionali e comunitarie. La Convenzione è tra la Regione Abruzzo e la Direzione Marittima di Abruzzo e Molise e isole Tremiti, quale autorità competente per i controlli sulla filiera della pesca che opererà sull'intero territorio della Regione Abruzzo attraverso l'articolazione delle proprie sedi periferiche. Sempre su proposta dell'assessore Verì la giunta ha recepito l'accordo della Conferenza Stato-Regioni circa un protocollo per la valutazione di idoneità del donatore di organi solidi raggiunto a gennaio 2018. L'importanza del documento sta nel fatto che si consente l'acquisizione del maggior numero possibile di informazioni affinché si accerti se sussistono patologie trasmissibili dal donatore al ricevente, al fine di ridurre i rischi di insuccesso del trapianto. La giunta ha poi proceduto al recepimento e all'attuazione dell'intesa raggiunta in sede di Conferenza unificata tra il Governo, le Regioni, le province autonome e gli enti locali per 'L'aggiornamento delle linee di indirizzo per la promozione ed il miglioramento della qualità e dell'appropriatezza degli interventi assistenziali dello spettro autistico". La Giunta, quindi, ha proceduto all'aggiornamento delle linee di indirizzo per il miglioramento degli interventi assistenziali nei disturbi dello spettro autistico, già approvate con delibera di giunta regionale n. 437/2017. L'assessore alla Salute ha poi proposto di recepire l'accordo tra Governo, Regioni e Province autonome, relativamente alla costituzione del Comitato del Buon Uso del Sangue. Ogni azienda sanitaria dovrà prevedere la costituzione di questo Comitato con una sezione "sangue" ed una sezione "cellule staminali" da cordone ombelicale. L'obiettivo è quello di effettuare programmi di controllo sull'utilizzazione del sangue e dei suoi prodotti nonché il monitoraggio delle richieste trasfusionali. E' stato infine approvato il Bilancio di Esercizio 2017 degli enti del servizio sanitario regionale. I provvedimenti in questione sono previamente adottati dai direttori generali delle Aziende sanitarie regionali e dal responsabile della gestione accentrata. I direttori generali sono impegnati a porre in essere tutte le azioni atte a superare le criticità rilevate dai rispettivi collegi sindacali. 

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam