gestionale telefonia Gestionale Telefonia

Pescara, il parco depurativo al centro della riunione della commissione Ambiente

di Redazione

Gli interventi in corso e lo stato di avanzamento del progetto di potenziamento del parco depurativo sono stati al centro dell'ultima riunione della Commissione Consiliare Ambiente, presieduta dal consigliere Fabrizio Perfetto, che si è tenuta ieri mattina in Comune. All'incontro hanno partecipato anche Tommaso Di Biase, presidente dell'Ersi, l'Ente regionale di servizio idrico, e Lorenzo Livello, dirigente dell'Aca.  Grazie alla filiera istituzionale Governo-Regione-Comune-Aca sono stati investiti 20 milioni di euro per potenziare gli impianti esistenti, realizzare nuove vasche della capienza di 40.000 metri cubi e nuovi impianti di sollevamento e della rete fognaria, il tutto per garantire il corretto funzionamento del sistema fognario-depurativo della città.
"Il parco depurativo è un’infrastruttura che lasciamo in eredità alla prossima amministrazione - spiega il presidente della Commissione Ambiente Fabrizio Perfetto - perché il miglioramento della qualità delle acque del nostro fiume e del nostro mare resta la priorità assoluta per il nostro territorio. 
Sul parco depurativo sono stati investiti 20 milioni di euro, di cui 15 milioni di provenienza ministeriale e 5 milioni finanziati dall'Aca, che produrranno effetti immediati sullo stato di salute del nostro fiume e quindi del nostro mare. Si tratta di un'attività inedita, messa in moto per eliminare concretamente le criticità che da decenni colpiscono una parte del litorale cittadino".

"Come ultima commissione Ambiente - prosegue Fabrizio Perfetto - ho deciso di convocare il presidente dell’Ersi Tommaso di Biase e i progettisti dell’Aca per relazionarci sullo stato di avanzamento di uno dei temi principali che abbiamo affrontato in questi cinque anni di consiliatura. Prima di chiudere la mia esperienza da presidente di commissione ho deciso di verificare lo stato dell’arte di questa importante opera strategica. L’opera più importante è la realizzazione delle vasche previste al punto di sollevamento “B zero” presso la Madonnina, un'opera che ha visto la sottoscrizione della sub-concessione dall’ERSI all’ACA in data 20 febbraio 2019. Si procederà poi alla realizzazione di altre nove vasche di colmata, da realizzare dalla foce del fiume all’impianto di depurazione situato in via Raiale".

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam