gestionale telefonia Gestionale Telefonia

Un milione di euro per il centro Trisi, approvato il progetto esecutivo

di Redazione

Risoluzione del degrado dell’edificio spogliatoi e dei campi da gioco, con il rifacimento dei manti e l’impermeabilizzazione e il risanamento delle costruzioni più degradate, per un importo complessivo di un milione di euro. E’ l’imponente progetto esecutivo che il Comune ha varato per il centro sportivo Trisi. Nella struttura, che conta 14 campi di cui otto coperti, inoltre, si punterà a incentivare oltre agli sport che tradizionalmente vi trovano spazio (tennis, calcio a 5, basket, volley, pattinaggio) anche il paddle tennis, una disciplina che sta conquistando legioni di praticanti in tutta Europa. In Spagna, per fare un solo esempio, il paddle tennis è ormai il secondo sport mentre a Roma ci sono già 400 impianti in cui è possibile praticarlo. Montesilvano, dunque, si pone all’avanguardia ancora una volta, visto che il centro Trisi sarà uno dei primi in Abruzzo a dare uno spazio adeguato alla nuova disciplina

«E’ un intervento molto importante», spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Valter Cozzi, «non solo per la cifra impegnata di un milione di euro grazie al mutuo stipulato con il Credito sportivo e che sarà restituito dal Comune in 15 anni senza nessun aggravio degli interessi. I lavori, infatti, riguarderanno il rifacimento di 12 campi da gioco e delle coperture, la realizzazione di nuovi impianti di illuminazione a led, l’impermeabilizzazione della copertura degli spogliatoi, il risanamento di muri e pavimenti interni e l’adeguamento degli impianti degli spogliatoi. Daremo un nuovo volto all’impianto di via San Gottardo che, costruito negli anni Ottanta, necessitava di un approfondito restyling».

In particolare, il rifacimento dei campi da gioco, escludendo il campo 1 (oggetto già di altri interventi) riguarderà tutti i manti, con sostituzione della pavimentazione multistrato a base di resine acriliche per i campi da tennis a uso professionale. Per quanto riguarda il campo 12 (scoperto) che sarà dedicato al paddle è prevista la realizzazione di una struttura perimetrale (è la caratteristica di questo nuovo sport che prevede che la palla possa rimanere in gioco pur uscendo dal campo e toccando le pareti esterne). Questa sarà costituita da vetri temperati di 10 millimetri di spessore, resistente a 36 chilogrammi al centimetro. Molto importante, infine, è anche la dotazione di impianti di illuminazione con riflettori a led che consentono una visibilità più elevata e un enorme risparmio energetico (e quindi una riduzione notevole delle bollette).

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam