gestionale telefonia Gestionale Telefonia

Lo scrittore Peppe Millanta scrive 'Lettere per Amore' a Pescara

di Redazione

Dalla mamma che scrive al figlio che il giorno dopo si sarebbe operato, alla signora che dedica una lettera d'amore all'Italia, la nipotina che esprime il suo bene alla nonna, le coppie che si dedicano una lettera a vicenda , una donna che cerca di fare pace con l'amore, fino al signore che vuole esprimere il suo affetto ai figli, chiedendo scusa per la difficoltà che ha sempre avuto ad aprirsi nei loro confronti.

 
Tantissime le storie d'amore raccolte dallo scrittore Peppe Millanta nella giornata di San Valentino per Lettera per amore, evento organizzato dall'associazione culturale Hub-C, con il contributo dell'assessorato alla Cultura del Comune di Pescara. Da un'idea di Giovanna Romano.
 
Un'intera giornata dedicata all'ascolto di storie d'amore trasformate in lettera, scritta a mano e consegnata alle persone. Tante e diverse le storie, a seconda dei luoghi nei quali lo staff si è spostato, utilizzando cargo-bike per portare la scenografia fluo. 
 
Dal mercato all'ospedale, poi nell'atrio della stazione e infine la sera nell'enoteca Don Gennaro, con le persone in fila in attesa per farsi scrivere la lettera.
 
“Una iniziativa che ho sposato in pieno perché mossa da un intento a mio avviso nobile, che è quello di “spuntare” un po' i sentimenti che oggi sono purtroppo dominanti, come la violenza e l'odio, con un'arma che reputo disarmante come la dolcezza – commenta lo scrittore Peppe Millanta -. Il tutto attraverso le parole, che sono davvero capaci di plasmare il mondo che ci circonda. La gente che si è seduta per farsi scrivere una lettera d'amore ha donato sé all'altro, a noi, a tutti coloro che hanno cercato parole per capire e far comprendere agli altri il loro amore. Chi di parole nella vita non ne ha avuto a sufficienza come il padre che mai era riuscito ad esternare l'amore. Una madre che voleva dare il benvenuto al figlio appena arrivato. Una donna che voleva ancor parlare e scrivere al padre scomparso. Una bimba che voleva mandare una lettera alla nonna. Una donna che cercava di fare semplicemente pace con l'Amore. Tanti uomini e donne che hanno la consolazione dall'amore, portando a casa una lettera in questo giorno speciale. Sono felicemente stupito della risposta e della voglia delle persone”.
 
Il progetto è in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Pescara, Ferrovie dello Stato, Azienda USL di Pescara, FIAB-Pescarabici e Tweed Ride Italia che hanno fornito fornito le biciclette.

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam